Quantcast
peoplepill id: rose-marie-eggmann
RE
1 views today
1 views this week
Rose-Marie Eggmann

Rose-Marie Eggmann

* 9.6.1924 Genève, † 6.11.2001 Bernex; Peintre et cartonnière-lissière. Peinture murale. Tapisserie, mosaïque, batik, céramique et vitrail. Illustration de livres
Rose-Marie Eggmann
The basics

Quick Facts

Intro * 9.6.1924 Genève, † 6.11.2001 Bernex; Peintre et cartonnière-lissière. Peinture murale. Tapisserie, mosaïque, batik, céramique et vitrail. Illustration de livres
From Switzerland
Gender female
Birth 9 June 1924, Geneva, Switzerland
Death 6 November 2001, Bern, Switzerland (aged 77 years)
Star sign Gemini
The details (from wikipedia)

Biography

Rose Marie Eggmann (Ginevra, 9 giugno 1924 – Berna, 6 novembre 2001) è stata una pianista e pittrice svizzera.

Durante la sua lunga carriera fu nota per la sua continua sperimentazione nelle tecniche, nei materiali e nell'uso degli spazi. Pur essendo di formazione prevalentemente pittorica, diede grande risalto all'architettura e alle relazioni che si instauravano tra osservatore e opera d'arte. Si occupò di pittura su tela, affresco murario, arazzi, mosaici di grandi dimensioni, batik, vetrate e illustrazioni di libri per l'infanzia.

Biografia

Rose Marie Eggmann nacque a Ginevra il 9 giugno 1924; era figlia di Paul Enrich Eggmann e Hanne-Elisabeth Wohlschlegel, rispettivamente impiegata e contabile. Era la maggiore di tre sorelle: Rose Marie, Evelyne e Arlette. Immersa in un ambiente stimolante, ricco di amore per le arti e la musica, crebbe in una grande villa alle porte di ginevra, ricevendo una fine educazione permessa dal lavoro dei genitori. La giovane artista fu segnata dall’incontro di musicisti, artisti e poeti in fuga dalle persecuzioni naziste, che spesso trovavano rifugio nell’ospitalità dei suoi genitori e soggiornando spesso con la famiglia Eggmann per settimane.

Rose Marie Eggmann iniziò la sua carriera artistica come pianista, conseguendo il diploma nella classe di pianoforte del Conservatorio di Ginevra. Nel 1941 decise di spostarsi a Zurigo per iscriversi alla KunstGewerberschule, nella classe di decorazione e pittura murale, spiccando immediatamente per il suo innato talento, il suo impegno, la sua inesauribile fantasia, la facilità e la rapidità con le quali dipingeva. Nel 1946 conseguì il CFC e iniziò a lavorare come marionettista al Teatro di Marionette di Ginevra. Durante questa esperienza collaborò con Giorgio Strehler, al momento anche lui rifugiato in Svizzera, ai decori teatrali, ai costumi e alle scenografie e fu talmente incisiva sulla sua persona, che nel 1947 decise di trasferirsi a Basilea per apprendere la tecnica di pittura su stoffa. Nel 1948 fece un lungo viaggio con le sorelle minori, volto a visitare le città d’Italia più importanti. Sicuramente la visita alla Biennale di Venezia fu di grande importanza per la sua sensibilità artistica: vide esposte le opere di Klee, Chagall, Magritte e i grandi maestri dell' Impressionismo.

L’anno successivo, nel 1948, ritornò a Basilea per diventare allieva e collaboratrice di Hans Stocker. La sua grande curiosità e sete di conoscenza, combinata ad un’acuta intelligenza, la spinsero a continuare la sua formazione iniziandosi alla tecnica del batik e poi viaggiare in Italia, per frequentare, nel 1950, un anno di alta specializzazione pittorica a Firenze. In seguito al decesso del padre, decise di autosovvenzionarsi gli studi artistici studiando stenotipia e diventando campionessa svizzera; in seguito a ciò, venne chiamata a trascrivere le conferenze al palazzo dell’ ONU di Ginevra. Parlava fluentementemente cinque lingue. Fu allieva di Herbert Theurillat.

Premi e riconoscimenti

Nel 1946 vinse il Prix Schürch - Arts décoratifs de Genève e due anni dopo, nel 1948 il Primo premio del Concorso Galland. Nel 1954 per l'Esposizione internazionale di pittura a Gorizia, vinse il Premio del Presidente della Repubblica Italiana; nel 1955 conseguì nuovamente il Primo premio del Concorso Galland. Nel 1957 vince il Prix Aldolph Neumann e un anno più tardi, nel 1958, il Prix des Peintres et Sculpteures Suisses. Nel 1964 vinse l'importante concorso per la realizzazione di un grande arazzo per la Sala del Gran Consiglio di Ginevra; nel 1966 si aggiudicò il secondo posto per la decorazione murale della Maison de Retrait di Petit-Saconnex, Ginevra. Il 1971 vinse il Primo premio per una grande opera d'arte da installare alla sede centrale dell'UBS di Ginevra. Nel 1974, vinse il Prix de Peinture istituito dal Musée Jenish. Nel 1983 fu incaricata nuovamente di realizzare un'opera d'arte ad hoc per la Fondation du Jubilé de l'UBS.

Voci correlate

  • Astrattismo
The contents of this page are sourced from Wikipedia article on 20 Apr 2020. The contents are available under the CC BY-SA 4.0 license.
comments so far.
Comments
From our partners
Sponsored
arrow-left arrow-right instagram whatsapp myspace quora soundcloud spotify tumblr vk website youtube pandora tunein iheart itunes