Quantcast
peoplepill id: giuseppe-ugolini
GU
1 views today
1 views this week
Giuseppe Ugolini

Giuseppe Ugolini

Italian Carabinieri (1885-1920)
Giuseppe Ugolini
The basics

Quick Facts

Intro Italian Carabinieri (1885-1920)
Was Soldier
From Italy
Type Military
Gender male
Birth 19 March 1885, Torgiano, Province of Perugia, Umbria, Italy
Death 23 June 1920, Milan, Province of Milan, Lombardy, Italy (aged 35 years)
The details (from wikipedia)

Biography

Giuseppe Ugolini (Torgiano, 19 marzo 1885 – Milano, 23 giugno 1920) è stato un brigadiere dei Carabinieri della Legione di Milano, insignito di Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Biografia

I funerali del vice brigadiere a Milano

Il 22 giugno 1920, al termine di un comizio tenuto dall'anarchico Errico Malatesta all'Arena di Milano manifestanti anarchici si diressero in corteo lungo le strade di Milano devastando negozi e lanciando sassi. Il corteo non autorizzato fu bloccato dalla Polizia e sciolto con la forza. Negli scontri che seguirono furono uccisi sei manifestanti. La sera stessa i capi anarchici proclamarono lo sciopero generale.

Il giorno dopo i militanti anarchici procedettero in Piazzale Loreto a bloccare tutti i mezzi di trasporto. Il brigadiere Giuseppe Ugolini, mentre si trovava a bordo di un tram in corso Buenos Aires fu intercettato da circa duecento manifestanti anarchici. A Ugolini, trovato in possesso della sua arma di ordinanza, fu intimato di consegnarla ai manifestanti. Ugolini si rifiutò categoricamente, così i militanti anarchici cercarono di impossessarsi dell'arma con la forza. Ugolini, pur ferito da colpi di rivoltella e da una coltellata al volto, sceso dal tram tentò di difendersi anche con il moschetto abbattendo due aggressori (l'operaio Alfredo Cappelli e l'ex guardia di finanza Francesco Bonini) e ferendone tre. Subito dopo, raggiunto dalla folla fu linciato.

Ricoverato all'ospedale militare che si trovava allora presso Sant'Ambrogio, spirò poche ore dopo. L'autopisa stabilì, fra le altre cose, che la ferocia degli assassini li aveva spinti ad amputare quattro dita dell'Ugolini per sottrargli gli anelli che indossava.

Con un Motu proprio il Re lo insignì della medaglia d'oro alla memoria.

Onorificenze

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«In un giorno di grave perturbamento dell'ordine pubblico, fatto segno all'aggressione di un forte nucleo di malviventi, mentre si trasferiva da solo al posto ove era stato comandato, respinse con fierezza, sebbene gravemente ferito al viso e bersagliato da numerosi colpi di rivoltella, l'ingiuriosa imposizione di cedere le armi. Nella tragica lotta che ne seguì si difese eroicamente, riuscendo ad atterrare cinque dei suoi aggressori, finché, ripetutamente colpito, cadde esanime e del suo corpo l'insano furore degli avversari fece brutale scempio. Col proprio sacrificio, segnò una pagina di superbo valore, un incancellabile esempio per la scuola del dovere.»
— Milano, 23 giugno 1920

Note

Voci correlate

  • Biennio rosso in Italia
Biografie Portale Biografie
Milano Portale Milano
The contents of this page are sourced from Wikipedia article. The contents are available under the CC BY-SA 4.0 license.
comments so far.
Comments
From our partners
Sponsored
arrow-left arrow-right instagram whatsapp myspace quora soundcloud spotify tumblr vk website youtube pandora tunein iheart itunes