Quantcast
peoplepill id: aliyar-aliyev
AA
1 views today
1 views this week
Aliyar Aliyev

Aliyar Aliyev National Hero of Azerbaijan

National Hero of Azerbaijan
The basics
Quick Facts
Intro National Hero of Azerbaijan
A.K.A. ალიარ იუსიფის ძე ალიევი
Was Wrestler Athlete Amateur wrestler
From Azerbaijan
Type Sports
Gender male
Birth 14 December 1957, Qazyan
Death 3 October 1992, Lachin (aged 34 years)
The details
Biography

Aliyar Aliyev (azero: Əliyar Yusif oğlu Əliyev; 14 dicembre 1957 – 3 ottobre 1992) è stato un militare azero, Eroe Nazionale dell'Azerbaigian e partecipante alla Guerra del Nagorno Karabakh.

Biografia

Aliyar Aliyev è nato il 14 dicembre 1957 nel villaggio di Gazyan della regione di Gubadly. Nel 1979, laureatosi con lode nell’Istituto Statale di Educazione Fisica, per un breve periodo ha lavorato come insegnante nella scuola secondaria nel villaggio di Dondarli della regione di Gubadly.

Dopo aver completato il servizio militare, l’Università Statale di Saransk lo invitò a svolgere per due anni l'attività di insegnante in quanto noto esperto di sport. A causa della morte del padre torna a Gazyan e qui lavora come insegnante nella scuola secondaria di insediamento, nonché come allenatore del ramo regionale della Associazione Volontaria di Sport Mahsul. Nel 1985 venne eletto Presidente del Consiglio della Società Volontaria di Educazione fisica e Sport e tuttora detiene questo titolo.

Guerra di Karabakh e la partecipazione nelle battaglie

Aliyar Aliyev si è unito volontariamente alle Forze Armate azere all'inizio della guerra del Karabakh. Non si mise in evidenza solamente come un combattente, ma anche come esperto in logistica militare. Inizialmente venne nominato comandante del battaglione dell'unità di esplorazione, poi vice-comandante di battaglione per l'approvvigionamento.

Dopo le prime proteste armene avvenute in Khankendi nel febbraio 1988, inizia la deportazione degli azeri armeni. In quegli anni, Aliyar Aliyev, noto come capo del movimento nazionale e leader delle forze democratiche, formò un gruppo di volontari. Il suo battaglione era noto tra la popolazione come Il battaglione degli atleti poiché la maggior parte dei volontari erano membri della Società Volontaria di Educazione fisica e dello Sport da lui guidata. Però, mostrando grande modestia, non ne diventa il comandante. Nel 1992 è nominato comandante dell'unità di esplorazione del battaglione. Più tardi, la direzione del battaglione viene assegnata a lui.

Ha avuto un ruolo importante nella liberazione delle posizioni di Basharat, Susuz Dagh, Suarasi. Il 30 settembre 1992 comanda un battaglione per la conquista della regione di Lachin. Durante le battaglie, sia per la conquista del villaggio di Yukhari Cibikli nel mese di maggio del 1991, che nei combattimenti per le alture di Topagac-Basharat della regione di Gubadly del 12 ottobre 1992, Aliyar Aliyev e il suo battaglione inflissero al nemico numerose perdite.

Il 16 aprile 1992, il gruppo eversivo di 50 soldati addestrati all’estero, sotto la guida di Karlen, armeno di Siria con soprannome Nero Leopardo attaccarono, facendo saltare il ponte Lalazar, allo scopo di tagliare i collegamenti con il centro regionale dei villaggi di confine di Gubadly e per conquistare le alture strategiche. Ma Aliyar Aliyev, anticipando le mosse del nemico, lo circonda con i suoi combattenti, uccidendo undici soldati, tra cui vi era anche il comandante del battaglione. Successivamente ha condotto lo scambio dei corpi dei defunti armeni con i propri soldati prigionieri.

Il 24 giugno 1992 con tre elicotteri, Aliayar Aliev e i suoi combattenti bombardarono il centro di Gubadly. Nell'agosto del 1992 partecipò all'operazione Shurnukhu. Nell'autunno del 1992, insieme con 40 combattenti volontari, in quattro giorni, ha liberto quasi 40 villaggi della zona di Lachin occupati dagli armeni.

Morte

Il 3 ottobre 1992, l’ultima battaglia di Aliyar Aliyev avvenne a due km da Lachin. Nella battaglia per la conquista delle alture di Tikanli zemi, venne ucciso insieme al suo autista, Alisadat Aghayev.

Vita privata

Aliyev era sposato con tre figli: Emin, Yusif e Parvana. Suonava molto bene la fisarmonica, in questo modo incorraggiava i suoi combattenti. Aliyar Aliyev ha anche fatto l’atleta per un po'.

Aliyar Aliyev è stato ripetutamente vincitore di incontri di lotta greco-romana della Repubblica Azera, dell’Unione Sovietica e internazionali. Tra i suoi alunni, otto sono stati i campioni dell’URSS, dieci sono diventati maestri di sport, vincitori di concorsi internazionali, mentre Heydar Mammadaliyev è stato il campione del mondo vincendo la medaglia d’argento per il wrestling alle Olimpiadi estive del 2004.

Patrimonio

Una delle vie nel distretto di Narimanov di Baku porta il suo nome, dove è presente anche un busto dell'eroe. A Masazir vi è anche una scuola intitolata a suo nome. A Sumgayit e Binagadi vi sono delle sorgenti a nome Aliyar. Il Club sportivo e il battaglione creati da lui nella città di Sumgait porta il suo nome. È stato eretto il suo monumento nella regione di Gubadly. Si svolge un torneo di lotta greco-romana dedicato alla sua memoria.

Premi

Con il decreto numero 301 del 10 novembre 1992 del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian ad Aliyar Yusif oglu Aliyev è stato assegnato il titolo di Eroe Nazionale dell’Azerbaigian dopo la morte.

  • 1992 — Azerbaigian Eroe Nazionale dell’Azerbaigian.

Note


Biografie Portale Biografie
Guerra Portale Guerra
The contents of this page are sourced from Wikipedia article. The contents are available under the CC BY-SA 4.0 license.
comments so far.
Comments
arrow-left arrow-right arrow-up arrow-down instagram whatsapp myspace quora soundcloud spotify tumblr vk website youtube stumbleupon comments comments pandora gplay iheart tunein pandora gplay iheart tunein itunes